prenota     |    Facebook


  Contatti : 346.9475377 (Roma) | 0967.86620 (Guardavalle M.)

mal-di-testa-rubrica

Salute è Benessere, mal di testa? Chiedi al dentista

Torna la rubrica di Ultime Notizie Flash, Salute è Benessere. In Italia circa 9 milioni di persone soffrono di emicrania mentre nel Modo si stima che siano ben due miliardi e mezzo.  Tra queste, le donne sono più colpite con un rapporto di 1 a 5 rispetto agli uomini. Il mal di testa è un sintomo comune a molte situazioni patologiche e a volte può diventare molto invalidante tanto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità lo ha riconosciuto malattia disabilitante. In questa intervista verrà chiesto al  Dott. Salvatore Ranieri quale ruolo gioca il  Dentista nella gestione di questo problema. Ringraziamo ancora una volta il Dottor Ranieri per la sua grande disponibilità e per la sua capacità di spiegare in modo semplice anche le cose più complesse. 

Che cos’ è il mal di testa?

Il mal di testa è una sensazione algica localizzata nella regione del capo o della parte superiore del collo. Si tratta di un sintomo molto frequente nella Società Moderna tanto da essere riconosciuta dall’OMS come la settima malattia più disabilitante. Infatti  a seconda dell’intensità e della frequenza, il mal di testa può compromettere la salute psico-fisica di un individuo comportando importanti deficit sia sul campo lavorativo che personale. Inoltre è importante non sottovalutare il problema visto che molto spesso viene affrontato in maniera non adeguata con abuso di farmaci che potrebbero portare alla cronicizzazione del dolore.

Quanti tipi di mal di testa esistono?

La “Classificazione Internazionale delle Cefalee” (ICHD), redatta dalla International Headache Society e approvata dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), è ad oggi il sistema di classificazione maggiormente utilizzato.

Esso classifica le cefalee in:

  • Cefalee primarie
  • Cefalee Secondarie
  • Nevralgie craniche e dolori facciali centrali o primari o altre cefalee.

Le cefalee primarie vengono considerate come malattie vere e proprie scatenate da cause specifiche, immediatamente identificabili legate ad esempio a scorrette abitudini di vita, a reazioni ormonali o a fattori ambientali. Tra queste troviamo la cefalea tensiva, l’emicrania e la cefalea a grappolo che rappresentano le forme più comuni di cefalea.

Le cefalee secondarie derivano invece da alcune condizioni patologiche e rappresentano uno dei loro sintomi. Possono infatti essere secondarie ad un trauma cranico, ad un tumore, a disturbi vascolari cranici o cervicali, ad infezioni batteriche o virali, a disturbi intracranici non vascolari, a abuso di sostanze endogene, a disturbi dell’omeostasi o psichiatrici.

Possono essere inoltre causati da disturbi di alcune strutture ed organi del distretto testa-collo come occhi, naso, seni paranasali, bocca e denti.

Le nevralgie craniche sono invece un gruppo di cefalee provocate dall’infiammazione dei nervi cranici e/o cervicali.


Esiste una cura per il mal di testa?

Visto la varietà e complessità delle cause di questo sintomo è senza dubbio importante rivolgersi a medici competenti che sappiano effettuare una corretta diagnosi e decidere il piano di cura più adeguato. Non esiste quindi una singola cura ma questa dipende dalla tipologia e dalla causa della cafalea.

Qual è a questo punto il ruolo del dentista?

Il dentista gioca un ruolo importante nell’individuare il mal di testa, riconoscere la causa soprattutto se è di tipo dentale o muscolo tensiva e inviare il proprio paziente da specialisti per  approfondimento più mirati.

In che modo il dentista può agire?

Nei casi in cui la cefalea dipende da fattori occlusali-funzionali, il dentista può intervenire risolvendoli. Può ad esempio risolvere la cefalea eliminando il dolore dentale oppure nei casi di cefalee muscolo-tensive provocate da una iperattività dei muscoli masticatori, può progettare un dispositivo orale, tipo bite, che può contribuire al rilassamento muscolare e all’eliminazione della tensione algica.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *